CAMPIONI DI ITALIA OVER 35

Il Tennis Club Ca’ del Moro, per il secondo anno consecutivo, e’ Campione d’Italia over35 a squadre!

Dopo tre giornate di combattutissimi match, sui campi proprio del Tc Ca’ del Moro, la nostra squadra, composta da Mario Radic, Andrea Agazzi, Mauro Comisso, Simone Donaggio, Massimo d’Ambrosi e dai due maestri del Tc Ca’ del Moro Andrea Morucchio e Luca Panada, ha avuto la meglio sulle rivali, giunte anch’esse alle finali four nazionali, Camerata Apicena, Vittorio Veneto e TC Cervia.

Grazie ragazzi, siete stati fantastici!!!

Pimm’s Party per la finale di Wimbledon

Il giorno 15 luglio alle ore 14.00 si giocherà la finale di Wimbledon 2018 e al Tennis Club Ca’ del Moro, come da tradizione, festeggiamo con le fragole e la panna davanti al teleschermo.

Quest’anno, novità,  i televisori saranno due, uno di questi in saletta con aria condizionata, anche perchè alle 17.00 si giocherà anche la finale del Campionato del Mondo di Calcio 2018!

 

Continuano fino al 10 agosto i centri estivi

18057913_1314471601993306_7349922671147320160_n

A grande richiesta continuano anche la prima settimana di agosto i Centri Estivi Ca’ del Moro: corsi di tennis, nuoto, atletica leggera e psicomotricità, tanta animazione e … squisiti pranzetti al ristorante!

I maestri Andrea Morucchio, Luca Panada, Andrea Fant, Nicola Zambon , Riccardo Marchesan, Federico Gavardina  e tutti gli animatori aspettano i ragazzi carichi di energia e di allegria.

In cucina invece gli chef sono pronti tra i fornelli per fare onore alla fama dei loro menu’ che ormai si è diffusa tra tutti i loro piccoli clienti e… le loro mamme:  seduti al tavolo, serviti dal cameriere, i piccoli allievi assaporiranno ogni giorno 4 portate dal primo piatto, al secondo, al contorno per finire con il dolce o la frutta!

Per iscrizioni e info PER INFO

Si accettano bambini e ragazzi dai 4 ai 14 anni.

 

TORNEO DEL BOCOLO

Al Tennis Club Ca’ del Moro di Venezia il giorno di San Marco festeggiamo con uno speciale torneo di tennis con la formula del doppio giallo in onore della vecchia tradizione tutta veneziana del “bocolo”.

Tradizione centenaria vuole che il 25 aprile a Venezia a fidanzate e mogli venga offerto un bocciolo (in veneto bòcolo) di rosa rossa in segno d’amore.

L’usanza nasce dalla leggenda di Maria, figlia del Doge, che si innamorò ricambiata del giovane Tancredi. Il sentimento dei due giovani era osteggiato dal padre di Maria, che non avrebbe permesso un tale matrimonio.

Maria chiese a Tancredi di andare a combattere contro gli arabi in Spagna con l’esercito di Carlo Magno, per guadagnare fama: il padre così non avrebbe più potuto opporsi al loro amore. Tancredi partì e si coprì di gloria in guerra.

Un triste giorno arrivarono a Venezia cavalieri francesi guidati dal famoso Orlando, eroe della battaglia del 778 a Roncisvalle. Cercarono di Maria e le annunziarono la morte di Tancredi. Colpito dal nemico, era caduto sanguinante sopra un rosaio. Prima di spirare, aveva colto un fiore e pregato l’amico Orlando di portarlo a Venezia alla sua amata Maria.

Maria prese la rosa tinta ancora del sangue del suo Tancredi e restò muta nel suo dolore. Il giorno dopo, festa di san Marco, fu trovata morta con l’insanguinato fiore sul cuore.

 

TORNEO RODEO F.I.T. lim. 3 CAT. “ENGEL&VOLKERS”

Si apre la stagione agonistica al Tennis Club Ca’ del Moro con un fantastico torneo maschile e femminile limitato alla 3 categoria nella speciale formula Rodeo.

Nel week end del 3 e 4 marzo si sfideranno nei campi coperti del Lido di Venezia i migliori giocatori dopo i lunghi mesi di allenamento invernale.

Per iscriversi inviare una e-mail completa di nome-cognome-anno di nascita-tessera FIT-classifca all’indirizzo tennisclubcadelmoro@gmail.com.

Le iscrizioni sono aperte fino alle ore 12 di mercoledì 28 febbraio.

Per informazioni telefonare al 041770801

CAMPAGNA SOCI 2018

Quest’anno al TC Ca’ del Moro ci sarà da divertirsi, allenarsi e rilassarsi come non mai! Gioca la tua parte: fatti SOCIO 2018.

Sconti per NUOVI SOCI, per FAMIGLIE, per RAGAZZI e per OVER 65 e le ragazze dai 12 e 24 anni sono GRATIS perchè vogliamo che crescano forti e sicure di sè e non abbandonino lo sport!

Scopri le tariffe 2018 alla pagina https://tennisclubcadelmoro.com/quote-e-iscrizioni/

Per INFO chiamare il n. 041770801 o inviare un Whatsapp al n. 3473100725

IL DROPOUT FEMMINILE

C’è un mostro nero nello sport, una specie di “malattia” in grado di colpire i ragazzi dai 14 anni e le ragazze dagli 11 anni che praticano sport e che lo hanno fatto per anni senza grossi problemi e con passione. Ad un certo punto, quasi come una reazione a catena, molla uno… e poi un altro… e un altro ancora: circa il 40% degli sportivi dai 14 anni ai 20… non è più uno sportivo. Questo fenomeno si chiama DROPOUT!

Quasi il 40% degli adolescenti italiani, nella fascia d’età 13-14 anni, non pratica alcuna attività sportiva. E la percentuale sale al 57% per quanto riguarda le ragazze.

Il dato proviene dall’edizione 2012 dell’Indagine della Società Italiana di Pediatria su Abitudini e Stili di Vita degli Adolescenti.

Secondo Giovanni Corsello, Presidente della Società Italiana di Pediatria: «Un adolescente, in questa fascia d’età, dovrebbe praticare almeno un‘ora al giorno di attività fisico-sportiva. Un’ esigenza connaturata alla specifica fase di sviluppo, ma che oggi diventa ancora più necessaria considerando sia lo stile di vita troppo sedentario dei nostri ragazzi, sia le abitudini alimentari spesso non corrette e sbilanciate in eccesso».

La scarsa affezione allo sport «praticato» da parte degli italiani non è una novità di oggi e l’attenzione molto residuale della scuola verso l’attività sportiva certo non incentiva. E’ un caso singolo, ma colpisce – sempre riferendosi ai risultati dell’indagine SIP – quell’adolescente che alla domanda «quale sport pratichi maggiormente» ha indicato «calcio», specificando tra parentesi (play station)!

«Il problema maggiore – secondo Silvano Bertelloni, pediatra adolescentologo dell’Università di Pisa e membro del Direttivo dell’Associazione Laboratorio Adolescenza – non è l’accesso allo sport (circa l’80% dei bambini italiani tra 6 ed i 10 anni ha l’opportunità di seguire almeno una pratica sportiva – dati Censis 2006), ma l’abbandono precoce in età adolescenziale. Ed uno dei principali motivi è il subentrare di nuovi e più forti interessi, quali l’attrazione da parte del gruppo dei pari e, soprattutto, le prime pulsioni sentimentali e sessuali.

Non a caso sono proprio le femmine, che hanno una maturazione sessuale anticipata rispetto ai maschi, ad abbandonare per prime lo sport.

Il problema dell’abbandono femminile dello sport ha ripercussioni molto negative, come la mancata autoaffermazione con conseguente bassa autostima e perdita di sicurezza, situazioni molto diffuse tra le ragazze.

Lo sport consente alle ragazze di conoscere a fondo il loro corpo e le loro potenzialità e questo è fondamentale per le future donne che dovranno sapersi muovere in una società ancora dominata dallo sguardo maschile.

Inoltre dal punto di vista della salute praticare sport per la donna è essenziale a tutte le età: assicura benessere psichico perché la aiuta a trovare uno spazio personale in cui dedicarsi amore e attenzioni e benessere fisico, perché la donna, più ancora dell’uomo, deve prevenire nelle varie fasi della vita osteoporosi, problemi circolatori, obesità.

La componente agonistica, e quindi la voglia di vincere – spiega Antonietta Marchi dell’Università di Pavia – è inalienabile da qualsiasi attività sportiva ed ha anche una sua valenza positiva per la crescita psichica ed emotiva di una adolescente e per la sua autoaffermazione. “

Mettendoci poi nei panni della società sportiva che ha lavorato con i bambini fin da piccoli il dropout è un vero e proprio dramma: su 30 ragazzini 10 se ne andranno al compimento dei 15 anni e su 30 ragazzine almeno 15 se ne andranno al compimento dei 12 anni.

Nel 2018 il Tennis Club Ca’ del Moro dedicherà molte energie e risorse nel contrasto dell’abbandono femminile dello sport in giovanissima età.

Secondo il Tennis Club Ca’ del Moro questo è dovuto non solo ai problemi personali della crescita e dell’adolescenza, ma soprattutto ad un contesto sociale e culturale che non incoraggia lo sport femminile. Per questo nel 2018 risorse ed energie saranno dedicate anche a contrastare questa tendenza e ad incoraggiare e promuovere lo sport femminile giovanile per avere donne più libere, più sicure di sé e più sane!

IL TENNIS ALLUNGA LA VITA

2014 Australian Open - Day 8

Altro che mal di schiena. Il rischio di morte, per i tennisti, diminuisce del 47 per cento rispetto a chi non fa attività fisica e scende ancora di più (56%) se relazionato ai decessi provocati da malattie cardiovascolari e ictus. E’ almeno quanto sostiene una ricerca dell’Università di Oxford, della Sydney Medical School, pubblicata sul British Journal of Sports Medicine.

L’effetto sarebbe superiore a quello garantito da discipline come il nuoto, l’aerobica o il ciclismo, mentre altri sport come il calcio, il rugby o la corsa non offrirebbero alcun beneficio in termini di maggiore longevità.

L’analisi che ha coinvolto oltre 80mila persone con un’età media di 52 anni, seguite fra il 1994 e il 2008. I soggetti hanno descritto le proprie abitudini sportive, dichiarando il loro livello di impegno in una serie di sport ritenuti fra i più popolari. Nel corso dei 9 anni di follow up sono stati registrati circa 10mila decessi. I dati indicano che il rischio di morte si riduceva del 47 per cento fra chi praticava uno sport in cui si utilizza una racchetta, quindi non solo il tennis, ma anche il badmington e lo squash. Chi praticava nuoto ha beneficiato di una riduzione del rischio del 28 per cento, chi faceva aerobica aveva un rischio inferiore del 27%, e infine chi si dedicava al ciclismo poteva contare su un -15%. I benefici maggiori riguardavano i possibili problemi cardiovascolari, che diventavano meno frequenti rispettivamente del 56, del 41, del 36 e del 29%.

Gli autori dello studio hanno specificato che «I risultati generali indicano che coloro che scelgono di giocare a tennis sembrano avere più benefici per la salute. In particolare, la percentuale di grasso corporeo è più bassa, migliore è la capacità cardiovascolare e la salute ossea. Inoltre, la maggioranza delle persone che gioca a tennis pratica questo sport per tutta la vita. Il tennis sarebbe quindi lo sport ideale per migliorare i livelli di attività fisica della popolazione».

Il tennis è uno sport aerobico-anaerobico alternato, in cui momenti di scatto anaerobici si alternano a fasi aerobiche di relativo riposo. Richiede doti tecniche, resistenza, velocità nei movimenti e molta concentrazione. Anche se asimmetrico, è uno sport completo che

Il tennis tonifica i principali gruppi muscolari. I più sollecitati sono gli addominali e i muscoli di gambe, braccia e spalle. Migliora la coordinazione oculo-manuale e la capacità di muoversi nello spazio. Migliora la capacità respiratoria, favorendo una maggiore ossigenazione dei tessuti. Fa bene all’umore e aiuta a sconfiggere le tensioni, soprattutto nei bambini. Ha effetti positivi sulla concentrazione e l’autostima. Insegna la padronanza di sé, perché quando si gioca occorre essere precisi e dosare il colpo. Fa bene all’apparato cardiocircolatorio, grazie agli effetti positivi sulla pressione sanguigna, la frequenza cardiaca e i grassi nel sangue. Può essere d’aiuto se si vuole dimagrire. Giocando a tennis (amatoriale) per un’ora si bruciano dalle 400 alle 600 calorie.

Il Tennis Club Ca’ del Moro da anni si impegna nella promozione di questo meraviglioso sport adatto a tutti, dedicando particolare attenzione ai bambini e agli anziani che più ne beneficiano non solo dal punto di vista fisico, ma anche psichico. Con il gioco del tennis le persone raggiungono più facilmente la serenità restando in attività e migliorando l’ autostima e la concentrazione con benefici riscontrabili anche nei risultati scolastici e nei rapporti sociali.

FONTI:

1) http://www.repubblica.it/salute/forma-e-bellezza/2016/12/01/news/_il_tennis_e_lo_sport_che_allunga_di_piu_la_vita_bocciato_il_calcio_-153213845/

2) http://www.corriere.it/salute/16_novembre_30/segreto-una-vita-lunga-salute-racchetta-tennis-bocciati-calcio-corsa-rugby-33131528-b6ec-11e6-aef2-f5f620941d44.shtml

3) https://www.firstonline.info/gli-sport-che-allungano-la-vita-il-primo-e-il-tennis/

4) http://www.tennisitaliano.it/il-tennis-allunga-la-vita-e-riduce-il-rischio-di-morte-41143

5) http://www.italiasalute.it/14051/Il-tennis-ti-allunga-vita.html

UN DISEGNO PER NATALE

Come ormai da tradizione il TC CA’ del Moro organizza dal 21 novembre al 15 dicembre una gara di disegno tra tutti i suoi allievi della scuola tennis per festeggiare il Natale.

Tutti i disegni saranno pubblicati con nome e cognome nella nostra pagina Facebook e saranno esposti nella segreteria del Club.

Tutti i visitatori del Club e i fan della pagina Facebook potranno esprimere le loro preferenze votando i disegni dei ragazzi. Il disegno che raccoglierà più voti sarà premiato durante la Festa di Babbo Natale di venerdì 15 dicembre.

Forza bambini, tirate fuori colori e pennelli per creare la vostra opera d’arte!

NUOVO CAMPO ALL’ARSENALE

INAUGURAZIONE UFFICIALE  DEL CAMPO “ARSENALE”

Oggi è stato inaugurato ufficialmente il campo da tennis in terra situato all’interno dell’Arsenale di Venezia che il TC Ca’ del Moro gestirà assieme alla Marina Militare Italiana.

All’inaugurazione erano presenti il Procuratore, l’Ammiraglio e il Commissario della Marina Militare di Venezia.

Il campo da tennis è un piccolo gioiello in un contesto singolare di grande valenza storica e urbanistica nella nostra meravigliosa città.

Abbiamo recuperato con un restauro accurato questo spazio che sarà aperto al pubblico sia per affitto ad ore che per lezioni di tennis individuali e a gruppo a partire dal prossimo mese di marzo quando sarà nuovamente possibile giocare all’aperto.

Una opportunità di tennis in più per i nostri clienti che abitano o lavorano a Venezia.